Arcade Fire

Intervention

(non so chi abbia deciso di associarci degli estratti della corazzata Potemkin)

Saró breve ma non circonciso

Sono sempre stato uno di quelli che dicono di avere nel parlamento una degna rappresentanza della nostra Italia.
Mi sbagliavo.
Prima dell’avvento dei grillini mancava il fessacchiotto che ognuno di noi ha avuto come compagno di classe.

La lettura è una delle attività più sopravvalutate in questi tempi. Oddio leggere puó essere un’esperienza anche notevole, ma se leggi Baricco, De Luca o la composizione dei detergenti del bagno non vedo grandi meriti.
Che poi diciamolo pure che è sto sodio laurilsolfato?

Corsi e ricorsi

ho scoperto che in edicola c’è un nuovo mensile Mondadori intitolato “il mio Papa” tutto dedicato ad uno dei più grandi paraculi della storia, poi l’inserto agiografico dall’infanzia ad oggi di Matteo Renzi, poi Putin si annette la crimea.

Qui se qualcuno inizia a fare manifesti artistici con opere e poesie strane io inizio a preoccuparmi seriamente.

auguri a tutti i papà

“la vita è come la vita”
soliloqui

Capita anche a te

E va bene lo ammetto. Anche a me che sono un maniaco della preparazione del bagaglio a mano, che vantavo la mia grandezza nel soddisfare qualsivoglia addetto alla sicurezza di qualsivoglia aeroporto, può capitare di fare una puttanata. E Bella grande.

Immaginate di farvi prendere l’ultimo giorno dallo shopping compulsivo per piattini, bacchette, tazze e teiere giapponesi da regalare a genitori, suoceri, fratelli e anche per voi che tanto li amate, tanto da dover comprare una valigia in più per stipare i preziosissimi monili impacchettati dai commessi giapponesi in maniera quasi commuovente.

Potrà così anche sfuggirvi che nello zaino abbiate dimenticato e non imbarcato, quel mini cesto di sakè delle feste che eravate tanto felici di aver comprato in quella mini fabbrica di sakè sulle alpi giapponesi.

Potrà esservi sfuggito così tanto che quando l’addetta nipponica vi fermi e vi chieda di poter controllare lo zaino, siate portati a pensare che lei sia pazza o solo rompi coglioni. O solo che forse è vietato portare fuori dal Giappone quelle scodelline tanto belle. Mai penserete al sakè, fin quando lei non lo tirerà fuori con le sue mani che hanno visto troppa manicure.

Penosamente forse cercherete di convincerla che è difficile dirottare un boeing con del sakè, anche se quel sakè artigianale è così buono, anche se l’aereo in questione è un residuato bellico di quella fantastica compagnia di bandiera che è alitalia.

Mentre lei allora svuoterà il contenuto perchè col cazzo lascerete nel sol levante quel cesto tanto carino che conteneva quel liquido che prima di andare lì avete sempre erroneamente snobbato, potrà anche capitare che lei vi chieda se prima volete farvi un goccetto. 

Perchè il Giappone è anche questo, meglio ubriaco a bordo che potenziale dirottatore con il vino di riso.

posta del cuore

aprire la mail senza filtro antispam è come aprire le porte verso nuove frontiere e lande sconosciute della mente umana. Non è tanto il tentativo di chi le invia, ma la terribile certezza che se le mandano avranno un riscontro da qualcuno. Comunque riporto integralmente il testo (ometto solo il link alla mail alla quale rispondere, nel caso qualcuno abbia voglia di farlo)

Ciao! Come stai?

Hey, ti mi riconosci? Sono io, hai dato il tuo email. Spero che tu mi ricordati, era un sacco lavoro, ma ora ti scrivo. Non so come cominciare un conversazione quando nn si sa da dove partire……. Io una ragazza schietta, dolce, tenera, adore singing, altruista, amo la musica e sincera. Credo l’amore, nella famiglia… Io in cerca di di una persona che sia in grado di condividere con me gli splendidi momenti della vita con la sincerita e calma che mi distingue…Amo guardare gli occhi le persone, perche gli occhi dicono la verita. Ti ho allegato le foto, 

penso che tu possa vederli. Spero di vedere risposta. Scrivimi qui lettera 

-omissis-

a presto!

ieri non ho resistito e sono andato contro il principio di farmi i cazzi miei e non intervenire contro tutte le cazzate che se sento.

“morale della favola la rivoluzione è tagliare nuove tasse, aumentandone altre. Una cosa mai vista”
soliloqui

culturalmente superiori

macchina parcheggiata che più a cazzo non si può sul marciapiede. In bella evidenza una copia del fatto quotidiano sul cruscotto.

Che bella la vita degli indignati

Diró una cazzata

Ma visto come vanno le cose nelle università a lungo andare saranno le donne ad essere limitate da quel 50%.

Finalmente ho deciso mi apro un blog con annessa pagina facebook dove sparo cazzate complottistiche, esoteriche, omeopatiche, staminiche, naturopatiche, scie chimiche e vegane a tutto spiano. Vivró di condivisioni e se tutto andrà bene saró famoso scriveró libri e condurró qualche trasmissione. Male che vada mi daranno una sperimentazione all’ospedale di Brescia

Qualcuno aveva incominciato con difendere i sudeti in cecoslovacchia

“Ma a nessuno è mai venuto in mente quanto brutta possa essere l’espressione postare? Da oggi utilizzeró puffare”
Soliloqui